La repubblica delle donne

23 febbraio, 2008

DonnePer una che ai tempi della scuola è stata definita da un suo professore “sindacalista post-femminista”, questo è davvero un bel momento! Nella baraonda più generale di questa campgna elettorale sui generis mi gongolo nel vedere che finalmente non ci sono solo maschietti a parlare di politica. La Yespica a parte, che non è esattamente l’esempio ideale per sostenere la tesi “siamo donne, oltre alle gambe c’è di più”, mi piace proprio sentire delle voci femminili che pronunciano parole come “Election day” o la “MIA candidatura”. Al di fuori delle mie convinzioni politiche, non posso fare altro che sorridere soddifatta quando vedo che in tv si scannano anche le donne parlando di politica. E allora ti trovi su Ballarò la Brambilla e la Finocchiaro che si accapigliano, al TG ascolti la Bonino che detta le sue regole a Walter (o almeno ci prova), leggi sui giornali che la Binetti si impone per delle candidature morali ed etiche (eh?!?!?!), osservi la Madia che con i suoi 27 anni cerca anche di abbassare la veneranda età media dell’Italia politica.
So perfettamente che questo è troppo poco, che la Spagna di Zapatero è purtroppo ancora lontana, che mi illudo giusto perchè riesco a contare le donne in politica sulle dita di due mani, piuttosto che di una sola, ma io gongolo lo stesso!

14 Responses to “La repubblica delle donne”

  1. terronista Says:

    E le varie Carfagna, Carlucci, Katia Noventa e Angela del Grande Fratello dove le metti? :-p

    La Prestigiacomo candidata a presidente della regione, ne vogliamo parlare?

  2. soleluna Says:

    Hai ragione, insieme alla Yespica avrei dovuto citare anche la Carfagna, la Carlucci, la Noventa e Angela del Grande Fratello (chissà qual è il cognome!!!). In fondo però devi ammettere che per la parità dei sessi, le persone “inutili” in politica non possono essere solo di sesso maschile, no? ;-)

    Sulla candidatura della Prestigiacomo, che comunque ancora non dovrebbe essere certa, che dire? Finchè porta scompiglio mi piace anche quella! :-p

  3. snapshot83 Says:

    W le donne sempre e comunque..

    Tranne la binetti (che poi, secondo me,non è manco una donna :P)

  4. soleluna Says:

    Con questa affermazione guadagni 100 punti! ;-)

  5. snapshot83 Says:

    ti riferisci alla binetti? Io temo tantissimo per il PD.. COn lei, semu pessi -.-

  6. Ispirato Says:

    Meno male che non stavo con te a scuola, mi immagino una Soleluna super combattiva ed aggressiva o.O

  7. soleluna Says:

    @snapshot83
    In realtà mi aveva colpito di più “W le donne sempre e comunque”… ;-)

    @Ispirato
    Più che combattiva e aggressiva ero proprio una rompiscatole! Un pò come adesso, insomma…

  8. madncrazy Says:

    Beh… L’uso delle donne in politica ha sempre lasciato a desiderare, generalmente.
    La questione di usare l’immagine della donna per attrarre consenso (un pò come i nudi nelle pubblicità delle piastrelle, per esempio) é vecchia quanto il cucco. Ricordo, a tal proposito, l’ingresso dell’Onorevole Ilona Staller al secolo Cicciolina, quando in Parlamento si alzarono i membri in segno di saluto (battuta vecchia, ma allora molto in voga). Certo esistono anche sesempi ben più edificanti come l’inossidabile Nilde Jotti, per anni Presidente della Camera dei Deputati.
    Il fatto é che occcorrerebbe una radicale svolta in tutto il mondo politico. Le figure di secondo piano, gli ignoranti, i gretti, i lazzaroni, gente che si é messa in politica non per far politica (come dice mushin) ma per fare gli affari propri e quelli di qualcun altro, riempiono, oramai, un gran numero di scranni dei due emicicli. E lo testimoniano i ripetuti e vergognosi episodi di rissa avvenuti sia alla Camera dei Deputati che al Senato. Roba che, per anni, non si era mai vista con tale frequenza. Neppure all’epoca dello scontro frontale tra trinariciuti e reggisottane (comunisti e democristiani) alla fine degli anni ’40.
    Va da se che, in un ambiente del genere, sia normale sentire di candidature come quella della Yespica o di tanti altri curiosi e/o dubbi esemplari dell’altra metà del cielo.
    C’é una grossa offesa nei confronti delle donne e della loro intelligenza (e, mi chiedo: perché non alzate ancor più la voce??) e c’é la conferma che il degrado politico é ben lontano dall’essere sanato.
    Ma, dopotutto, attrarre voti grazie all’immagine (leggi culo) della Yespica, é sacrosanto. Con buona pace delle idee e dei programmi…
    Meno male che ha rinunciato. Ha dimostrato di aver più cervello di chi l’ha candidata pensando che non ne avesse.

  9. soleluna Says:

    @madncrazy
    Su qualcosa posso essere d’accordo ma detta così sembra quasi che le donne siano sempre “usate” in politica…La presenza di Cicciolina in Parlamento è stata sicuramente significativa di un certo modo di fare poitica ma concentrando l’attenzione su casi del genere, forse a volte rischiamo di dimenticare quelle Jotti, come tu stesso ricordavi, e quelle Pivetti che non passano certo alla storia per aver fatto alzare i membri in segno di saluto (questa non la sapevo proprio!)…

  10. Ispirato Says:

    Io sto ancora ridendo :D

  11. Mushin Says:

    Dopo la quantità (?) aspettiamo anche la qualità (??) delle donne in politica…

  12. soleluna Says:

    @Mushin
    Sono convinta che tu non riesca a vedere la qualità proprio perchè la quantità è troppo esigua e nel piccolo numero è ovvio che fa più impressione l’incapacità di poche piuttosto che la preparazione di molte…


  13. […] è iniziato in quel giorno storico. Da allora Sorniona ne ha viste tante. Ha attraversato la repubblica delle donne. Ha compreso davvero il peso delle parole. Ha vissuto la sua prima volta. Ha fatto regali e […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: