Il varco

30 ottobre, 2009

– “Signorina, scusi, non è che mio marito potrebbe accompagnarmi oltre i controlli di sicurezza”?

– “No, mi dispiace, ma è necessaria la carta d’imbarco per passare in area partenze”

– “…”

– “Mi dispiace”

– “Amore, non puoi passare dall’altra parte…ma tra qualche mese sarò di nuovo qui…”

Una giornata qualsiasi di partenze e di arrivi, di saluti carichi di sorrisi, di gesti fatti per dirsi “Fai uno squillo quando atterri!”…

Gli occhi di lui che contano già i minuti prima del suo ritorno, quegli occhi che cercano invano di nascondere le lacrime…con l’alba alle spalle che gli ricorda che è tempo di salutare…