Mea culpa

10 maggio, 2008

L’ho completamente dimenticato! E dire che lo avevo segnato anche sulla mia bella Moleskine nera! Ho scritto per mesi di cittadinanza europea e lascio passare, senza una parola sull’UE, il 9 Maggio, la giornata dell’Europa. E’ anche vero che le fonti di informazione non mi hanno affatto aiutata a ricordare la ricorrenza ma per un’europeista convinta come me, è davvero imperdonabile! Pensando a questo post, nei giorni passati, mi ero riproposta di criticare il fatto che il 9 Maggio (in base al Trattato di Lisbona), insieme alla bandiera, all’inno e al motto dell’UE, sono riconosciuti come simboli di appartenenza solo da 16 Stati – Belgio, Bulgaria, Germania, Grecia, Spagna, Italia, Cipro, Lituania, Lussemburgo, Ungheria, Malta, Austria, Portogallo, Romania, Slovenia e Repubblica slovacca. Mi ero ripromessa di uscirmene con uno dei miei bei sermoni sull’integrazione europea, sull’importanza di sentirsi parte dello stesso progetto. Vabbè, sarà per il prossimo anno…nel frattempo, continuo a fustigarmi in separata sede!