Il palliativo

29 settembre, 2009

Capita a volte che, in attesa di una cura, se non risolutiva almeno utile, ci si accontenti di un blando palliativo. E’ in questo modo che almeno per un po’ i sintomi si placano, si raggiunge un livello di benessere tale da dimenticare che non si è trovata una soluzione, si è solo tappato alla meno peggio un buco.  Si può stare bene per giorni e giorni senza pensare a quanto sia in realtà precaria quella sensazione di sollievo.

Poi magari un pensiero di passaggio o una mezza frase detta di sfuggita annullano tutti i benefici. E in quel momento vorresti solo trovare una cura, la cura. Ma più la cerchi e più desideri in realtà tornare alle sicurezze instabili che solo quei palliativi riescono a darti. E, sentendo quel sollievo percorrere di nuovo il tuo corpo, finisci con il ripeterti: c’è tempo, per trovare la cura, c’è tempo…

Annunci

08/03

8 marzo, 2008

Piuttosto che fare i soliti discorsi sulla Festa della Donna, ho pensato di raccogliere una serie di immagini, frasi e suggestioni. Che siano uno spunto per riflettere e un momento dedicato alle donne che passeranno di qui…

“Basta con ‘sta festa delle donna. Ammucchiamo queste maledette mimose e facciamo un falò. Ormai ci siamo emancipate. Siamo uguali agli uomini. Ci viene l’infarto anche a noi. Cosa vogliamo di più? La prostata, forse? O la barba…visto che i baffi già ce li abbiamo…” (Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, Mondadori, 2001).

“Perchè le donne sono tanto più interessanti per gli uomini che gli uomini per le donne?” (Virginia Woolf)

Caravaggio

“Maddalena in estasi” di Caravaggio, il pittore che forse più di tutti è riuscito a “trasformare” le Sante in donne reali

Frida

Frida Kahlo , una delle più conosciute “icone” del femminismo

“Diffida di una donna che dice la vera età, una donna così è capace di tutto” (Oscar Wilde)

“Margherite bianche tra i capelli neri,
Matilde odiava i gatti, gli arrampicatori sociali,
le cravatte verdi, le spiagge affollate.
Matilde odiava i gatti, parenti, vicini e lontani. ” (Matilde odiava i gatti, Carmen Consoli)

Noi, Governi partecipanti alla quarta conferenza mondiale sulle donne […] siamo persuasi che […] parità di diritti, di opportunità e di accesso alle risorse, uguale condivisione di responsabilità nella famiglia tra uomini e donne e una armoniosa collaborazione tra essi sono essenziali per il benessere loro e delle loro famiglie così come per il consolidamento della democrazia. (Dichiarazione di Pechino, ONU, 1995)

Prima donna laureata

Elena Cornaro (1646-1684), ritenuta la prima donna al mondo ad aver ottenuto una Laurea.

Giorgiana Masi

Giorgiana Masi
, la giovane diciannovenne uccisa, nel 1977

Gap salariale uomo/donna

Fonte: Eurostat, 2004

Ad oggi esiste ancora un immotivato gap salariale tra uomini e donne, a parità di livelli di istruzione e a parità di impiego.